FANDOM


Il corpo
The Body
Prima Stagione, 4° Episodio
Undici con i capelli biondi, episodio "The Body"
Durata 50:13
Scritto da Justin Doble
Diretto da Shawn Levy
Prima TV 15 luglio 2016
Informazioni

Precedente
Luci natalizie

Successivo
La pulce e l'acrobata
Il corpo (in inglese The Body) è il titolo del quarto episodio della Prima Stagione di Stranger Things, il quarto in tutto. E' stato trasmesso su Netflix in contemporanea mondiale il 15 luglio 2016.

Trama

Joyce si rifiuta di organizzare il funerale per il figlio, convinta che sia ancora vivo. Nancy forma un'improbabile amicizia con Jonathan e i ragazzi introducono Undici a scuola per poter comunicare con Will.

Sinossi

L'episodio si apre con lo sceriffo Jim Hopper che cerca di spiegare ad una sconcertata Joyce Byers la sua teoria circa la morte di Will. Il ragazzo probabilmente si è allontanato dalla strada impaurito e si è ritrovato alla cava Sattler dove, spingendosi oltre dal bordo, è precipitato giù morendo per lo schianto contro il corpo d'acqua oppure per annegamento. Joyce resta incredula e confessa ad Hopper che suo figlio cerca di comunicare con lei attraverso le luci, ma né Hopper né Jonathan le credono. Hopper cerca anche di convincerla che tutti questi episodi sono solo un modo per la sua mente di gestire il dolore e che deve imparare a convincerci e a sconfiggere i suoi demoni. Hopper prova infine a confortarla raccontando le proprie esperienze dopo la morte di sua figlia Sara, dicendo come l'aveva "vista e sentita" anche dopo la sua morte, ma che erano allucinazioni. Joyce non presta attenzione e, rimasta sola, recupera un'ascia e se ne sta seduta sul divano, pronta nel caso in cui il mostro compaia di nuovo.

A casa dei Wheeler la televisione mostra un servizio sul ritrovamento del cadavere di Will. Intanto, nel seminterrato, Mike guarda tristemente i vecchi disegni di Will ed è frustrato da Undici che continua a giocare con il walkie-talkie. Alla fine lui se la prende con la ragazzina per aver permesso a lui e ai suoi amici di credere che Will fosse ancora vivo, però è costretto ad ammutolirsi quando Undici gli fa ascoltare la voce di Will che canta Should I Stay or Should I Go?

Mentre attende all'obitorio, Hopper si chiede perché i Byers ci stiano impiegando così tanto a riconoscere il cadavere di Will. L'addetto alla reception risponde in maniera scortese che la situazione è un po' caotica in quanto Gary, il coroner locale, non è ancora rientrato a lavoro. Hopper è sbalordito e l'addetto gli risponde che al signore è stato ordinato di tornare a casa quando la polizia locale ha condotto ieri il corpo. Sono stati inoltre altri coroner ad eseguire l'autopsia stessa, cosa che porta Hopper a sentire puzza di bruciato nella faccenda. D'un tratto Joyce, furibonda, lascia l'obitorio sostenendo che quello nella sala non è suo figlio, specialmente perché non gli sembra di vedere una voglia sul braccio. Jonathan crede che la madre stia delirando, mentre Hopper comincia a considerare seriamente l'idea che qualcuno si stia prendendo gioco di loro. Nel vialetto fuori dall'obitorio Jonathan litiga con la madre di fronte ad una folla di curiosi e si accinge ad organizzare il funerale per il fratello, mentre la madre vuole ancora andare alla ricerca del figlio che tutti, ormai, danno per morto.

Nel frattempo, Nancy e Steve discutono dell'avvistamento del mostro fuori da casa Harrington e il possibile rapporto con la scomparsa di Barb. Steve però non sembra convinto e comunque vorrebbe che lei omettesse questo dettaglio quando la polizia la interrogherà, perché se i signori Harrington dovessero venire a sapere che il figlio ha tenuto un festino alcolico senza il loro permesso, per Steve sarebbe la fine. Nancy non può credere che il suo ragazzo sia così egoista da anteporre i suoi interessi alla scomparsa di una ragazza e così lo pianta in asso, disgustata.

Mike, Lucas, Dustin e Undici tentano ancora una volta di sentire la voce di Will attraverso il supercom, ma Undici non riesce a ricevere un segnale chiaro e i tre amici riescono a udire solo dei deboli rumori metallici. Decidono quindi di farle avere una radiotrasmittente più potente: quella dell'A.V. Club del professor Clarke. Si rendono però conto che dovrebbero far infiltrare Undici a scuola e considerato il suo aspetto malandato e la testa rasata, sarebbe abbastanza difficile farlo senza attirare l'attenzione. Mike le fa indossare dei vecchi abiti di Nancy e la trucca un po'. Dopo il makeover, Mike commenta dicendo che Eleven è davvero carina.

Intanto al laboratorio, una squadra di uomini del Governo si prepara ad esplorare il mondo al di là della Frattura, decidendo di inviare in avanscoperta un uomo chiamato Shepard, figlio del Dottor Brenner.

Nancy viene interrogata dalla polizia per il suo coinvolgimento nella scomparsa di Barbara la sera della festa. Lei tenta di spiegare la sua esperienza con quello che le sembrava un mostro, ma uno dei poliziotti le ricorda che non sono stati rinvenuti né il mostro né l'auto di cui va parlando e che al momento stanno valutando l'ipotesi che Barb sia semplicemente scappata.

Alla stazione di polizia Hopper si incontra con il coroner Gary e si fa raccontare cosa è accaduto la sera precedente. Gary risponde che un manipolo di soldati governativi si sono introdotti nell'obitorio e gli hanno intimato di andarsene, dicendo che il caso era sotto la loro giurisdizione e che doveva sottostare a degli ordini calati dall'alto. Hopper si stupisce che il dottore si sia fatto da parte così facilmente, ma prende nota del soldato che si dice abbia ritrovato il corpo di Will, un certo David O'Bannon di cui sente il nome in un'intervista televisiva.

Mike, Lucas, Dustin e Undici arrivano a scuola ma vengono intercettati dal signor Clarke. Farfugliano qualcosa su Undici, spacciandola per una cugina di Mike proveniente dalla Svezia, confondendo il professore ma senza attirare troppi sospetti. Clarke consente loro di utilizzare la radio ma dovranno prima andare all'assemblea in memoria del loro compagno Will.

Nella casa dei Wheeler, la signora Wheeler è furiosa con Nancy per aver mentito alla polizia riguardo il suo stato sentimentale con Steve, ma la ragazza si rivolge alla madre in tono furibondo perché le dice che non ha nulla a che vedere con la scomparsa di Barb e che ha la netta sensazione che le sia capitato qualcosa di brutto. La signora Wheeler si rende conto di aver esagerato e cerca di recuperare, ma Nancy si rinchiude in camera. Si ricorda di aver ancora con sé i brandelli di fotografia lasciati a terra da Steve. Li aveva raccolti aiutando Jonathan. Decide di sparpagliarli sul letto e pian piano ricostruisce, con lo scotch alla mano, la fotografia originale. Ha un sussulto quando scopre che, al margine destro della foto, dietro una ignara Barb, si staglia una figura misteriosa e mostruosa, la conferma che stava cercando.

Nel complesso governativo il Dottor Brenner continua a comunicare con Shepard, che però si trova nei guai. Viene dato l'ordine di riavvolgere il filo collegato a Shepard, ma dopo aver udito all'interfono dei rumori agghiaccianti, dalla frattura riemerge solo un pezzo di cavo grondante di sangue.

All'assemblea, un pastore locale tiene un discorso toccante in memoria di Will. Troy e James ridacchiano e insultano la memoria di Will, innervosendo Mike che, dopo l'assemblea, avvia una rissa. Dato che Mike è messo alle strette, Undici decide di intervenire e, coi suoi poteri psicocinetici, immobilizza Troy prima che questo possa dare un pugno a Mike. Troy, bloccato in mezzo alla palestra, di fronte agli occhi di tutti si fa la pipì addosso, macchiando i pantaloni. Ora che l'attenzione è tutta sul bullo, Dustin, Undici, Mike e Lucas lasciano la palestra per andare alla stanza della radio.

Altrove, Jonathan è alla ricerca della giusta bara per Will e d'un tratto incontra Nancy, chiedendogli spiegazioni del misterioso essere che ha fotografato. Jonathan non se ne era accorto (dopo aver sviluppato le foto le aveva messe via e gli erano state strappate) e comincia a pensare che forse la madre non aveva tutti i torti.

Hopper trova O'Bannon in un bar locale e gli fa delle domande sulla scoperta del corpo. Hopper è senza divisa e offre una serie di bicchierini al compagno, spacciandosi per un comune cliente del locale e leggermente alticcio. Bluffando, il capo della polizia riesce a scoprire che la cava Sattler, dove è stato rinvenuto il corpo di Will, è di proprietà privata e che un soldato statale non può avere l'autorizzazione di recarsi sul posto a meno che qualcuno non glielo chiede esplicitamente. Hopper ottiene quindi la confessione che qualcuno deve aver implicitamente richiesto che i militari si recassero alla cava, non è stato un caso che il corpo di Will sia stato dunque ritrovato, e ritrovato proprio in quel posto. Hopper chiede a O'Bannon perché gli stia mentendo e il soldato, capito che si sta spingendo troppo oltre, lascia il bar. Hopper lo insegue e comincia a malmenarlo sul retro del locale per avere maggiori informazioni. Hopper vede che il soldato punta ad un furgone nero dietro di loro. Hopper lo nota e corre verso la vettura, ma rinuncia quando si accorge che ormai è troppo lontana per raggiungerla. Si gira per vedere tristement che O'Bannon ha colto al volo l'opportunità di fuggire tranquillamente dalla scena, ma almeno adesso sa che Joyce ha ragione e che qualcuno li sta usando come pedine in un gioco più grande di loro.

Joyce cerca di ristabilire la comunicazione con Will attraverso la radio e le luci, mentre i bambini tentano di ristabilire la comunicazione attraverso la radio Heathkit scolastica. Undici ha un flashback di uno degli esperimenti del dottor Brenner, dove ha tentato di ascoltare un uomo in una stanza diversa e diffondendone la voce attraverso gli altoparlanti. Nel presente, tutti gli interessati sono in grado di ascoltare la voce di Will che chiama la mamma.

Joyce toglie la carta da parati e trova che al posto del muro c'è una sorta di barriera traslucida in cui Will è imprigionato. Joyce cerca in tutti i modi di raggiungerlo, ma non ci riesce. A scuola, i bambini sentono la conversazione tra Will e la madre, ma non riescono a dirgli niente loro stessi. Capiscono quindi che Undici aveva ragione nel dire loro che Will è in qualche modo intrappolato in casa sua, ma "da un'altra parte". Will dice che il posto dove si trova è esattamente uguale a casa sua, ma più freddo e buio. Il mostro si avvicina a Will e lo porta via, ma il bambino fa in tempo a supplicare la madre di scappare. In effetti dal buco nel muro si protende di nuovo la creatura e Joyce inizia a colpire il muro con un'ascia, ma alla fine si ritrova solo con una vista sul suo giardino. A scuola, Undici sviene per lo sforzo e la radio si fulmina a causa delle interferenze.

Jonathan e Nancy fanno visita alla camera oscura per sviluppare le foto. Jonathan ingrandisce un particolare dell'immagine di Nancy e nota ancora meglio la strana figura. Intanto, Jonathan confessa a Nancy di aver coltivato fin da piccolo la sua passione per la fotografia, in quando per lui è difficile relazionarsi con le persone, ma quando le fotografa riesce a vedere quello che le persone normalmente non comunicano, oppure ciò che pensano realmente. Nancy le chiede cosa stesse quindi cercando di comunicare lei. Ma Jonathan tronca la conversazione, imbarazzato.

Hopper si introduce nell'obitorio e trova il corpo di Will. Apre il suo torace con un coltellino e vede che è solo imbottito come un pupazzo. Decide quindi di partire alla volta del laboratorio di Hawkins per scoprire la verità. Intanto, Lonnie raggiunge la casa di Joyce e la trova sconvolta, seduta sul divano con un'ascia in mano.

Cast

Curiosità

  • Il titolo dell'episodio The Body è ispirato dall'omonimo racconto breve di Stephen King, che è servito anche come base per il film Stand By Me, altra opera che ha profondamente ispirato i fratelli Duffer.[1]

Galleria

Video

Hopper checking the body at the morgue 1x04 Stranger Things

Hopper checking the body at the morgue 1x04 Stranger Things

Navigazione

Collegamenti esterni

  1. http://ew.com/article/2016/07/18/stranger-things-duffer-brothers-episode-4/